DIMAGRIRE CON LA DIETA CHETOGENICA

Una proposta moderna ed efficace per il trattamento del sovrappeso e dell’obesità

Dott. Valerio Giancola | Medico Nutrizionista

Ritrovare il peso forma ideale in breve tempo, senza rinunciare al piacere di mangiare e mantenendo uno stile di vita attivo e conviviale, con alimenti sani e naturali e in assoluta sicurezza, è possibile grazie a una dieta ipocalorica e normoproteica.

Naturalmente con il costante supporto di un medico esperto nutrizionista.

 

Sovrappeso e obesità costituiscono un importante fattore di rischio per le malattie metaboliche quali infarto, ipertensione, ictus e diabete, oltre a rappresentare, ovviamente, una fonte di disagio estetico e psicologico nella vita di relazione e nei rapporti interpersonali.

 

Dimagrire con le diete classiche spesso può risultare un’impresa difficile: il calo del peso avviene molto lentamente, è necessario dosare tutti gli alimenti e diventa impossibile seguire le norme dietetiche nei pasti fuori casa.

Spesso, tutte queste difficoltà compromettono e ritardano l’arrivo dei risultati, quindi si abbandona la dieta e si riacquisiscono i chili persi.

 

Negli anni ‘70 il Prof. Blackburn dell’Università di Harvard (U.S.A.) ha studiato e messo a punto un metodo nutrizionale rivoluzionario che consente un dimagrimento rapido, semplice e sicuro, perché fondato su rigorose basi scientifiche e seguito dalla scrupolosa supervisione del medico.

Questa dieta permette di raggiungere il peso desiderato in poco tempo, senza fatica e con la certezza di mantenere nel tempo i risultati raggiunti.

 

QUAL È L’OBIETTIVO?

Uno degli scopi principali di una dieta ipocalorica e normoproteica è quello di ottenere un calo ponderale duraturo, evitando non solo il rischio di recupero del peso, ma anche gli effetti negativi del diffuso weight cycling o effetto yo-yo.

Le VLCD (Very Low Calorie Diet) sono diete a contenuto calorico molto basso, tra le 500 e le 800 kcal giornaliere, che permettono, se prescritte e gestite da un medico esperto, di ottenere un calo ponderale sicuro, in un periodo relativamente breve, con maggiori possibilità di successo.

Per raggiungere un apporto calorico così ridotto, si diminuiscono i carboidrati a quantità molto basse, tanto che uno dei meccanismi biochimici tipici delle VLCD è la chetogenesi.

 

 

CHE SIGNIFICA?

Il principio è semplice: il ridotto contributo calorico degli zuccheri, nella dieta, obbliga l’organismo a utilizzare i propri grassi come fonte di energia, mentre l’introduzione con la dieta di proteine ad alta qualità biologica permette di proteggere la massa magra (muscoli, ossa, pelle, organi).

Si assiste, quindi, ad un vero dimagrimento dove la perdita di peso è determinata dal consumo del tessuto adiposo accumulato nel tempo.

La massa magra invece viene preservata evitando la perdita di tono che si può verificare durante le diete tradizionali.

Il primo organo ad adattarsi a questa fonte energetica è l'encefalo, permettendo un'ottima gestione del senso di appetito e un benessere psicofisico tale da garantire una buona aderenza alla dieta da parte del paziente.

 

 

A CHI È CONSIGLIATA?

Le diete VLCD sono indicate soprattutto nei casi di obesità: la selettiva riduzione dei glucidi e il corretto apporto proteico, permettono di contrastare l'insulino-resistenza, inoltre la chetogenesi tende a riequilibrare i meccanismi di regolazione della fame e del bilancio energetico, spesso alterati in condizione di obesità (si pensi alle vie della leptina, della grelina e della serotonina).

 

Permettendo una diminuzione dei depositi adiposi, le diete VLCD sono utili anche nelle condizioni di sovrappeso, laddove si manifesti una deposizione di grasso preferenziale, ad esempio a livello viscerale (con un buon calo della circonferenza addominale), ma anche nel trattamento dei depositi adiposi tipicamente ginoidi (con una circonferenza fianchi preponderante), aspetto non di minore importanza se si considera l'impatto psicologico dell'immagine corporea.

 

Oggi sono ampiamente utilizzate anche nel diabete mellito di tipo 2 e nel trattamento dell'eccesso ponderale accompagnato da apnee ostruttive del sonno.

 

 

COME FUNZIONA?

Allo scopo di ottenere un calo ponderale rapido ma anche duraturo, la dieta VLCD chetogenica è stata divisa in tre fasi, che permettono una vera e propria rieducazione del paziente ad uno stile di vita sano.

 

#1. DIMAGRIMENTO

Il dimagrimento è la fase in cui si verifica il calo ponderale maggiore; le proteine sono percentualmente il macronutriente più importante e spesso si utilizzano prodotti proteici complementari.

 

#2 TRANSIZIONE

La fase di transizione consiste nella graduale reintroduzione, qualitativa e quantitativa, di tutti gli alimenti. In questo modo è possibile mantenere nel tempo gli importanti risultati raggiunti, abituandosi gradualmente ad una alimentazione sana, varia e completa.

In questa fase delle VLCD è possibile associare alla dieta un'attività fisica più intensa rispetto a quella permessa durante la fase di dimagrimento.

L'assunzione di quantità maggiori di carboidrati permette la ricostituzione del glicogeno muscolare, con una migliore resistenza allo sforzo fisico, la cui intensità dovrà aumentare di pari passo rispetto all'aumento calorico e glucidico della dieta.

 

#3. MANTENIMENTO

La fase di mantenimento, terza e ultima fase, viene impostata al raggiungimento del target di peso stabilito: prevede di accostare ad una dieta mediterranea equilibrata e corretta, un'attività fisica costante.

Per completare e consolidare il successo della dieta, è fornita al paziente anche l'educazione alimentare necessaria alla buona riuscita della fase di mantenimento.

 

 

I BENEFICI

La dieta ipocalorica e normoproteica segue un protocollo medico completo, da parte dello specialista in nutrizione, che prevede l’assistenza al paziente durante tutte le fasi del trattamento: dalla perdita di peso all’equilibrio alimentare.

 

Con la dieta chetogenica è possibile:

  • Perdere peso velocemente, stabilmente ed in modo duraturo;
  • Rimodellare la silhouette corporea;
  • Ridurre la massa grassa in eccesso, senza intaccare la massa muscolare, che continua a mantenere la sua tonicità;
  • Sentirsi nuovamente a proprio agio con il proprio corpo.

 

RICHIEDI UN CONSULTO

Nei Centri Meditech opera il dott. Valerio Giancola, medico specializzato in nutrizione, che da oltre vent’anni si occupa del benessere dei suoi pazienti sia in qualità di medico di base che di specialista in problemi legati all’alimentazione.

Il dott. Valerio Giancola segue costantemente il paziente in tutte le fasi della dieta, a cominciare dall’accurata anamnesi e dalle specifiche analisi necessarie ad individuare il percorso personalizzato più adatto al caso, fino al raggiungimento dell’obiettivo.

In particolare, il dott. Giancola non trascura l’analisi impedenziometrica con strumentazione medica idonea, che richiede un maggiore impegno ma consente una valutazione più accurata della situazione del paziente. Tale strumentazione permette di risalire al contenuto di acqua corporea, di massa magra, di massa grassa, ed al metabolismo basale del paziente. Questi parametri sono di fondamentale importanza, non solo per valutare gli effetti dello stile alimentare di una persona, ma anche per capire se ci sono problematiche metaboliche o infiammatorie.

Il dott. Valerio Giancola si è laureato in Medicina e Chirurgia nel 1987 presso l’Università degli Studi di Pavia dove ha successivamente conseguito, nel 1992, la Specializzazione in Scienza dell’Alimentazione ad indirizzo Nutrizionistico.

Prenota ora il tuo appuntamento presso i nostri Centri Meditech di Sondrio, Morbegno e Tirano. Clicca QUI.

MEDICINA SPORTIVA MEDITECH | 120, Viale Stadio - 23100 Sondrio (SO) - Italia | P.I. 00829010149 | Tel. +39 0342 515064 | info@centrimeditech.com | Informazioni legali | Privacy | Cookie Policy | Sitemap
Powered by  Pagine Gialle  -  SmartSite